logo
    • 2021-05-05 00:00:00

    Farmaci a domicilio: prorogato l’accordo tra Federfarma e Croce Rossa

    Prosegue la collaborazione tra Federfarma e Croce rossa italiana per la consegna a domicilio dei farmaci durante la pandemia. Dopo che il Governo ha ulteriormente prorogato lo stato di emergenza fino al 31 luglio 2021, la federazione dei titolari di farmacia e la Cri hanno rinnovato il loro protocollo d’intesa. L’obiettivo è continuare a consegnare a casa i farmaci agli anziani, alle persone non autosufficienti, ai soggetti positivi a Covid-19 o che si trovano in quarantena. A riportare la notizia è FiloDiretto, organo di informazione di Federfarma.


    Servizio h24

    L’accesso al servizio di consegna a domicilio dei farmaci avviene esclusivamente attraverso il numero verde 800.065.510, attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette, che integra il servizio gratuito già offerto da Federfarma tramite il numero verde 800.189.521 riservato esclusivamente alle persone che sono impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, e non possono delegare altri soggetti al ritiro in farmacia. Una circolare ad hoc è stata inviata da Federfarma ai farmacisti.


    Come funziona

    Ricevute le richieste, gli operatori del numero verde il Comitato della Croce Rossa più vicino. I volontari Cri, riconoscibili in uniforme, ritirano la ricetta presso lo studio medico o acquisiscono il numero Nre e il codice fiscale del destinatario del farmaco e si recano in farmacia. I medicinali vengono poi consegnati in busta chiusa all’utente che provvede a corrispondere l’eventuale costo del medicinale anticipato al farmacista dai volontari Cri. Il servizio di consegna è completamente gratuito. Attraverso la consegna a domicilio è inoltre possibile richiedere lo scontrino fiscale “parlante” da utilizzare per le detrazioni fiscali, fornendo ai volontari Cri la tessera sanitaria o il codice fiscale