logo
EMA-ROMA su facebook
    • 2016-09-30 15:17:23

    Contraffazione dei farmaci: all’Europa costa 10,2 miliardi di euro all’anno

    Sanità e Politica

     

    Contraffazione dei farmaci: all’Europa costa 10,2 miliardi di euro all’anno

     

    A stimare le vendite perse per il comparto è l'Ufficio europeo per la Proprietà Intellettuale (Euipo) nella relazione "Il costo economico della violazione dei diritti di proprietà intellettuale (Dpi) nel settore farmaceutico" pubblicata oggi. Per l'Italia le perdite sarebbe di oltre 1,59 mld (5% delle vendite) e di 3.945 posti di lavoro diretti

    di Redazione Aboutpharma Online 29 settembre 2016

     

    Ogni anno il 4,4 % delle vendite legittime di prodotti farmaceutici sfuma in Europa a causa della contraffazione. Mancate vendite che si traducono in una perdita di 10,2 miliardi di euro per l’Europa e di 37.700 posti di lavoro nel settore farmaceutico. Un bilancio negativo a cui si aggiungono altri 53.200 posti, prendendo in considerazione anche gli effetti a catena anche sugli altri altri settori dell’economia Ue. A stimare l’impatto economico della contraffazione farmaceutica in Europa è una nuova relazione dell’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (Euipo), pubblicata oggi, dal titolo “Il costo economico della violazione dei diritti di proprietà intellettuale (Dpi) nel settore farmaceutico“.
    Secondo le stime contenute nella pubblicazione, le mancate vendite del settore farmaceutico causerebbero in Italia ogni anno perdite fino a 1,59 miliardi di euro, pari al 5% delle vendite dell’industria italiana dei medicinali, cui si aggiunge la perdita di 3.945 posti di lavoro diretti. La perdita delle vendite si attesterebbe a 2,9% per la Germania (più di 1 miliardo), 3% per la Francia (oltre un miliardo), 5,9% per la Spagna (1,17 miliardi) e 3,3% (605 milioni) per il Regno Unito.In termini di entrate pubbliche totali, nell’Ue-28 la perdita annuale complessiva dovuta ai farmaci contraffatti è stimata in 1,7 miliardi di euro tra imposte sul reddito delle famiglie, contributi previdenziali e prelievo fiscale sulle imprese.
    “Sappiamo, in base alle analisi svolte dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che la falsificazione riguarda sia i farmaci generici sia i medicinali innovativi  – ha dichiarato António Campinos, direttore esecutivo dell’Euipo – e interessa prodotti che vanno dagli antitumorali agli antidolorifici di costo modico. I medicinali contraffatti possono essere tossici e costituire un grave pericolo per la salute. La nostra relazione segnala anche pesanti ripercussioni sull’economia e sui posti di lavoro. L’obiettivo che ci proponiamo con i nostri dati e i nostri studi, basati su elementi oggettivi, è quello di aiutare i decisori politici nell’elaborazione di misure con cui contrastare la contraffazione dei farmaci”.
    Euipo è un’agenzia decentrata dell’Unione europea con sede ad Alicante, in Spagna, che gestisce la registrazione dei marchi dell’Unione europea e dei disegni o modelli comunitari registrati e da giugno del 2012 ’Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale. La relazione odierna è la nona di una
    serie di studi effettuati dall’Euipo in merito all’impatto economico della contraffazione nei settori industriali dell’Ue.

    IL REPORT