logo
EMA-ROMA su facebook
    • 2018-03-03 17:02:20

    Medicina personalizzata e biotecnologie: il Policlinico Gemelli diventa Irccs

    Medicina personalizzata e biotecnologie: il Policlinico Gemelli diventa Irccs

    Il riconoscimento di “Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico” assegnato con un decreto del ministero della Salute


    Il Policlinico Gemelli di Roma diventa un istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) per la medicina personalizzata e le biotecnologie innovative. Lo prevede un decreto firmato ieri dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Grazie a questo riconoscimento – spiega una nota della Fondazione A. Gemelli – la struttura potrà godere di un finanziamento statale, che si somma a quello regionale, finalizzato esclusivamente allo svolgimento della attività di ricerca per le materie indicate.

    Un riconoscimento “prestigioso”

    “Si conclude un iter complesso che ci porta al prestigioso riconoscimento dell’attività della Fondazione Policlinico A. Gemelli per le sue premesse di qualità, ricerca e assistenza”, ha detto Rocco Bellantone, preside della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica e direttore del Governo Clinico del Gemelli, alla cerimonia organizzata ieri per la firma del decreto da parte del Ministro Lorenzin. L’iter del riconoscimento è partito il 3 agosto dello scorso anno con la firma del decreto regionale da parte del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il 15 febbraio di quest’anno il Policlinico Gemelli ha ricevuto il via libera anche dalla conferenza Stato-Regioni. Ieri l’atto finale.

    Lorenzin: “Grandi aspettative su medicina personalizzata e biotecnologie innovative”

    “In questi cinque anni – ha ricordato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin – abbiamo fatto le cose che potevamo fare dandoci un timing preciso. C’è una aspettativa enorme su queste nuove linee di ricerca della medicina personalizzata e delle biotecnologie innovative rispetto a cure e malattie che sembrano inaccessibili alla cura”. Strutture come il Gemelli, ha sottolineato il ministro, sono “luoghi di frontiera dove si fonde la ricerca con la cura”.

    L’Università Cattolica

    Soddisfatto il rettore dell’Università Cattolica, Franco Anelli: “Riceviamo un particolare ‘titolo di studio’, un riconoscimento che ci viene concesso su temi di particolare valore e significato per la nostra attività. Questo riconoscimento è il coronamento di un’operazione molto complessa e la conferma – conclude il rettore – che il legame fra Università Cattolica e Fondazione Policlinico Gemelli è forte ed efficace”.