logo
EMA-ROMA su facebook
    • 2018-11-06 08:55:38

    Fda approva l’utilizzo di sufentanil come antidolorifico

     

     

    L'ente regolatorio americano ha dato via libera a una nuova compressa estremamente potente, come alternativa ad azione rapida agli antidolorifici utilizzati negli ospedali. Tra gli addetti ai lavori però si teme un possibile abuso del farmaco che indurrebbe alla morte

    La Fda ha approvato una nuova forma di oppioide per gestire il dolore acuto negli adulti. Secondo quanto riporta il sito Usa Today, si tratterebbe di una nuova compressa mille volte più potente della morfina,  come alternativa ad azione rapida agli antidolorifici IV utilizzati negli ospedali.

    Come verrà utilizzato sufentanil

    L’utilizzo dell’antidolorifico (sufentanil) sarà limitato solo alle strutture sanitarie, come ospedali, centri chirurgici e pronto soccorso. Anche se si teme che questa approvazione possa incrementare ancora l’utilizzo, già elevato, di oppioidi in Usa. Per questo motivo, il senatore democratico Ed Markey avrebbe esortato la FDA (il mese scorso tramite una lettera) a non approvare l’antidolorifico. Il motivo? Secondo Markey “un oppioide mille volte più potente della morfina ha mille volte più probabilità di essere abusato e mille volte più probabilità di uccidere”.

    A tal proposito, il commissario della Fda Scott Gottlieb ha dichiarato che verranno applicate “significative restrizioni” all’utilizzo del farmaco. Che non sarà disponibile nelle farmacie al dettaglio né per qualsiasi uso domestico. Secondo quanto previsto dalle indicazioni d’uso, Il medicinale – fornito in un pacchetto monouso – non deve essere utilizzato per più di 72 ore. Tra gli effetti collaterali  ci sono estrema stanchezza, problemi respiratori, coma e addirittura la morte.

    Le preoccupazioni per un farmaco “pericoloso”

    Più nel dettaglio, si tratta di una compressa di sufentanil, un oppiaceo sintetico che è stato usato per via endovenosa e in epidurale fin dagli anni ’80. È dieci volte più forte del fentanil, un farmaco genitore che viene spesso utilizzato negli ospedali, ma è anche prodotto illegalmente in forme che hanno causato decine di migliaia di morti per overdose negli ultimi anni.

    Sebbene il comitato consultivo della Fda, incaricato di valutare la nuova formulazione, abbia dato parere positivo all’uso di sufentanil, il presidente della giuria, Raeford Brown, ha scritto una lettera ai funzionari dell’agenzia stessa esprimendo profonda preoccupazione per questa decisione. Nella lettera, Brown, professore all’Università del Kentucky, ha descritto il sufentanil come “una farmaco pericoloso, il cui abuso potrebbe indurre alla morte”.