logo
EMA-ROMA su facebook
    • 2019-06-04 19:14:03

    Morbillo, i dati europei: 4,5 milioni di bambini non vaccinati

    Secondo un report del Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) nel 2017 solo quattro Paesi hanno raggiunto la copertura vaccinale del 95% contro i 14 che ci erano riusciti nel 2007


    In Europa oltre 4,5 milioni di bambini non sono stati vaccinati contro il morbillo dal 1999 ad oggi. A dirlo è un report del  Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), che fotografa l’avanzata del morbillo negli ultimi anni e la tendenza a vaccinare sempre meno nel Vecchio Continente. Secondo l’Ecdc, nel 2017 solo quattro Paesi hanno raggiunto la soglia del 95% di copertura vaccinale per le due dosi contro 14 Paesi nel 2007.  Dal 1 gennaio 2016 al 31 marzo 2019 negli Stati membri si sono registrati 44.074 casi, con una media annuale nell’ultimo anno di un milione di persone colpite.

    Le fasce d’età

    I ritardi nelle coperture vaccinali mettono a rischio di contagio i neonati troppo “vecchi” per essere coperti dagli anticorpi materni ma troppo piccoli per essere vaccinati e gli adulti. La fascia d’età colpita dal morbillo nel 2018-2019 è stata tra i 3 e i 31 anni mentre nel 2009 era tra i 2-18. Nel triennio 2016-2019 il 35% dei contagiati sono stati i giovani di 20 anni mentre tra i neonati la media annuale dei tassi di notifica è stata 44 volte più elevata rispetto alle altre fasce di età. Inoltre i contagi si diffondono da un Paese all’altro della Ue, tanto che, sempre nel triennio 2016-2019, quasi la metà dei casi (43%) è stata “importata” da uno Stato membro con una copertura vaccinale bassa e in cui era in atto una epidemia di morbillo. Secondo l’Ecdc, finché la copertura vaccinale rimarrà sotto i minimi ottimali le lacune immunitarie resteranno una minaccia per la salute a livello trasnfrontaliero in tutta la Ue.

    In Italia

    In Italia – spiega l’Istituto superiore di sanità (Iss) sul portale Epicentro – dal 1 gennaio al 30 aprile 2019 sono stati segnalati 864 casi di morbillo (incidenza 42,9 casi per milione di abitanti), di cui 176 a gennaio, 168 a febbraio, 221 a marzo e 299 ad aprile. Le segnalazioni provengono da 19 Regioni, ma oltre due terzi dei casi si sono verificati in Lazio, Emilia-Romagna e Lombardia. L’età mediana dei casi è 30 anni. Sono stati segnalati 86 casi in bambini sotto i 5 anni di età, di cui 31 avevano meno di 1 anno. L’87% dei casi non era vaccinato al momento del contagio. Un terzo circa dei casi ha sviluppato almeno una complicanza. Tra le complicanze, sono stati segnalati anche due casi di encefalite. Nello stesso periodo sono stati registrati 7 casi di rosolia con un’età mediana di 29 anni. Per quanto riguarda le coperture, secondo i numeri per la prima dose (24 + 6 mesi di età) aggiornati a dicembre 2018, il dato nazionale si attesta al 94,15%, sfiorando la soglia del 95% suggerita dall’Organizzazione mondiale della sanità.