logo
EMA-ROMA su facebook
    • 2020-11-10 00:00:00

    Covid-19, Pfizer: “Il nostro vaccino è efficace al 90%”

    Medicina scienza e ricerca

    L'annuncio dell'azienda statunitense in base ai primi dati di un'analisi ad interim del trial di Fase 3 in corso, analizzati da un Comitato indipendente. L'intenzione è chiedere l'autorizzazione per l'uso di emergenza alla Fda statunitense entro la fine di novembre, per le persone di età compresa tra 16 e 85 anni

    di Redazione Aboutpharma Online9 Novembre 2020

    Il vaccino sperimentale anti Covid-19 di Pfizer è efficace per oltre il 90%. Lo ha dichiarato l’azienda con una nota stampa nella giornata di lunedì 9 novembre, in base ai primi dati del trial di Fase 3 analizzati da un Comitato indipendente. “Sentire che con l’analisi ad interim abbiamo raggiunto un’efficacia di oltre il 90%, è stato quasi sbalorditivo” ha dichiarato Kathrin Jansen, capo della Ricerca e sviluppo sui vaccini in Pfizer.


    Autorizzazione del vaccino Covid-19 entro fine novembre

    Pfizer e il partner tedesco BioNTech sono le prime aziende ad annunciare dati positivi da uno studio clinico su larga scala di un vaccino contro il Sars-Cov2. Le aziende hanno affermato di non aver finora riscontrato gravi problemi di sicurezza e si aspettano di chiedere l’autorizzazione per l’uso di emergenza del vaccino Covid-19 alla Fda statunitense entro la fine di novembre, per le persone di età compresa tra 16 e 85 anni. Cioè quando avranno a disposizione i dati di sicurezza, dopo 2 mesi di follow-up, sulla metà dei partecipanti al trial. Oltre ai dati del processo di produzione.


    I dati dello studio clinico

    Lo studio clinico finora ha coinvolto 44mila volontari. La società statunitense ha affermato che l’analisi ad interim è stata condotta dopo che 94 partecipanti al trial hanno sviluppato Covid-19, esaminando quanti di loro avevano ricevuto il vaccino rispetto a un placebo. Circa 9 di questi casi si sono verificati in persone che avevano ricevuto due dosi di vaccino, con un forte segnale di efficacia. Il tasso di efficacia è infatti ben al di sopra dell’efficacia del 50% richiesta dalla Food and Drug Administration statunitense per un vaccino contro il nuovo coronavirus.


    I dati devono ancora essere sottoposti a peer review o pubblicati su una rivista medica, cosa che Pfizer intende fare una volta che avrà in mano i risultati dell’intero studio clinico. Ora la sperimentazione proseguirà fino a raggiungere 164 casi di Covid-19. Il che dovrebbe avvenire in poche settimane.


    Milioni di dosi

    Pfizer e BioNTech hanno un contratto da 1,95 miliardi di dollari con il governo degli Stati Uniti per fornire 100 milioni di dosi di vaccino a partire da quest’anno. Hanno inoltre raggiunto accordi di fornitura con Unione Europea, Regno Unito, Canada e Giappone. Per risparmiare tempo, le aziende hanno iniziato a produrre il vaccino prima di sapere se sarebbe stato efficace. Ora si aspettano di produrre fino a 50 milioni di dosi, o abbastanza per proteggere 25 milioni di persone quest’anno. Pfizer ha anche dichiarato che prevede di produrre fino a 1,3 miliardi di dosi di vaccino nel 2021.


    La tecnologia del vaccino Covid-19 di Pfizer

    Il vaccino di Pfizer e BioNTech utilizza la tecnologia dell’RNA messaggero (mRNA), che si basa su geni sintetici che possono essere generati e prodotti in settimane e prodotti su larga scala più rapidamente rispetto ai vaccini convenzionali. Moderna Inc, il cui candidato vaccino utilizza una tecnologia simile, dovrebbe riportare i risultati della sua sperimentazione su larga scala alla fine di questo mese. La tecnologia dell’mRNA è progettata per innescare una risposta immunitaria senza utilizzare agenti patogeni, come antigeni di virus.


    Mercati in rialzo

    Se autorizzato, il numero di dosi sarà inizialmente limitato e resteranno alcune domande senza risposta, come la durata della protezione del vaccino. Tuttavia, la notizia fa sperare che anche altri vaccini Covid-19 in fase di sviluppo possano rivelarsi efficaci.  Tanto che in poco tempo l’indice MSCI dei mercati azionari mondiali ha raggiunto un livello record dopo l’annuncio. Sono aumentate sia le azioni Pfizer e BioNTech, ma anche quelle di altre aziende impegnate nello sviluppo dle vaccino Covid-19, che si trovano nella fase finale dei test, come AstraZeneca e Johnson & Johnson.