logo
EMA-ROMA su facebook
    • 2021-03-12 00:00:00

    Parere favorevole di Ema al vaccino di Johnson&Johnson

    Il Comitato per i medicinali a uso umano dell’Ema fornisce il suo parere positivo al vaccino di Johnson&Johnson. Lo comunica l’ente regolatore stesso attraverso il suo canale Twitter. Con quest’ultimo prodotto sono quattro i vaccini ora disponibili in Europa insieme a Moderna, Pfizer/Biontech e AstraZeneca.


    Come da programma

    Le promesse da questo punto di vista, almeno, sono state mantenute. Da mesi si parlava di marzo per l’arrivo nell’Ue del prodotto di J&J. Anche se manca ancora l’ok definitivo della Commissione Ue, è ormai certo che per i cittadini europei le armi contro Covid-19 aumentano. Anche qui, però, si vedono all’orizzonte una serie di complessità a partire dall’ennesimo rischio di vedere un numero minore di dosi rispetto a quelle pattutite. Bollate come indiscrezioni senza fondamento da Loredana Bergamini, direttore medico di Janssen Italia in un’intervista a Il Corriere della Sera, si teme che gli impegni per il primo trimestre di consegne non vengano rispettati e che verranno a mancare 55 milioni di dosi (di cui oltre sette milioni per l’Italia). L’azienda ha fatto sapere che gli impegni verranno rispettati e che non ci sarà alcun calo nella distribuzione.


    L’importanza dell’approvazione

    L’ok di Ema è importante per vari motivi. Innanzi tutto perché il vaccino di Janssen (la divisione farmaceutica di J&J) è l’unico monodose. Il secondo perché, almeno per noi, è il prodotto che ha ricevuto più ordinazioni da parte Italiana con circa 53 milioni di dosi. Tra l’altro c’è anche l’affaire AstraZeneca che ha complicato non poco le cose in quanto l’Aifa e altri enti regolatori europei (al momento danese, estone, lituano e austriaco), hanno stoppato la distribuzione di un lotto sospetto a causa di alcune segnalazioni di eventi avversi gravi.